martedì 25 febbraio 2014

E FINALMENTE FU STRUDEL!!! AGRUMI .. STREGA E MIELE ...


Ancora una ricetta mille volte pensata, mille volte cercata, studiata ma mai realizzata e doveva, ancora una volta, pensaci l'MTTCHALLENGE  a darmi la spinta ....

... lo Strudel mi ha sempre affascinato e una volta letta la ricetta della vincitrice Mari, l'ho fatta mia poco alla volta con però poca voglia di stravolgerlo, tanto era il desiderio di provarlo proprio così come lei ce lo propone ...


LO STRUDEL AGRUMATO DI DIDA CON CREMINA TRASPARENTE ALLO STREGA E PANNA AL MIELE

Ingredienti 

per la sfoglia
150 g di farina 00
100 ml di acqua
1 cucchiaio di olio extravergine d’oliva
1 pizzico di sale


Preparate l’impasto per la sfoglia.
Scaldate l’acqua, deve essere abbastanza calda ma non bollente. Setacciate la farina in un recipiente, aggiungete il sale e l’olio e versate a mano a mano l’acqua calda mescolando. Quando la farina avrà assorbito tutta l’acqua, togliete l’impasto dal recipiente e cominciate a lavorarlo con le mani su una spianatoia per un paio di minuti, fino ad ottenere un impasto morbido, quasi appiccicoso ma che comunque non resta attaccato alla spianatoia o alle dita. Mettete l’impasto a riposare, coperto da un panno umido o da una pellicola, per circa mezz’ora. Nel frattempo accendete il forno e portatelo alla temperatura di 180°C, modalità statica.
Come al solito avevo 'soggezione' di provare un nuovo impasto, ma come al solito, i vincitori dell'MTCHALLENGE sono una garanzia per cui ... sfoglia che a me sembrava perfetta!!!



per il ripieno
700 g di mele
80 g di zucchero di canna
3 cucchiai di rum
30 g di pinoli
2 cucchiai di marmellata di albicocche
50 gr di scorzette di arancia e limone candite
30 gr di mandorle a lamelle
50 g di pangrattato
30 g di burro
la scorza di ½ limone grattugiata
1 cucchiaino di cannella in polvere
20 g di burro fuso per spennellare la sfoglia
zucchero a velo a piacere per la superficie



Preparate il ripieno.
Fate sciogliere in un tegame il burro e poi fatevi rosolare il pangrattato fino a farlo dorare (attenzione, basta un attimo per passare dallo stadio della doratura a quello della bruciatura). Spegnete il fuoco, versate il pane in un recipiente, fatelo leggermente raffreddare, quindi aggiungete la scorza del limone grattugiata, la cannella e mettete il composto da parte.
Lavate sotto l’acqua corrente le mele, sbucciatele, toglietene il torsolo, tagliatele in quattro e poi ciascun quarto in fettine sottili. Mettete le fettine di mela in un recipiente, aggiungete lo zucchero di canna, i pinoli, le mandorle, la marmellata, le scorzette tagliate a pezzettini, il rum e mescolate bene il tutto.




Stendete la sfoglia.
Mettete una tovaglia pulita (possibilmente lavata con sapone neutro e ben sciacquata), di lino o di cotone, sopra a un tavolo. Infarinate leggermente la tovaglia, prendete l’impasto e cominciate ad appiattirlo con le mani sopra alla tovaglia, quindi spianatelo aiutandovi con un mattarello. Quando la sfoglia comincerà ad essere abbastanza sottile mettete da parte il mattarello, sollevate la sfoglia dal tavolo aiutandovi con le mani e, tenendola con le nocche nella parte sottostante, cominciate a tirarla verso l’esterno facendola girare ogni tanto e facendo attenzione che non si rompa. La sfoglia deve diventare praticamente trasparente. Riponetela nuovamente sulla tovaglia, dovreste aver ottenuto una sfoglia quadrata di circa cinquanta centimetri per lato. Siccome i bordi saranno rimasti un po’ più spessi, passate con le dita lungo tutta l’estremità della sfoglia tirando la pasta per assottigliarla. Disponete sulla sfoglia il composto di pangrattato, quindi sopra ad esso il ripieno di mele, lasciando liberi circa due centimetri di bordo. A questo punto, aiutandovi con la tovaglia, cominciate a sollevare la sfoglia per arrotolarla sul ripieno. Fate fare un paio di giri, quindi ripiegate anche i due lembi esterni e continuate ad arrotolare fino alla fine. Riponete la sfoglia in una teglia precedentemente imburrata, spennellate la superficie della sfoglia con il burro fuso e mettete a cuocere.
Ci vorranno circa trenta/quaranta minuti, ma siccome la cottura dipende molto dal forno, fate attenzione perché la sfoglia non deve diventare troppo scura bensì deve rimanere dorata.
Togliete la teglia dal forno e fate raffreddare lo strudel.



CREMINA TRASPARENTE ALLO STREGA+ PANNA SEMIMONTATA AL MIELE

Amido di mais gr 50
Zucchero gr 150
Acqua gr 250
Succo di limone spremuto 1
1\2 bicchierino di liquore Strega
Buccia di limone grattugiata 1

In un pentolino unite all'amido di mais lo zucchero e la buccia grattuggiata del limone, versateci a poco a poco l'acqua con l'aggiunta del succo di limone e del liquore, mettete il tutto sul fuoco e fatelo leggermente addensare...noterete che la crema diverrà trasparente

100 ml di panna
1 cucchiaio di zucchero a velo
1 cucchiaio di miele di acacia

Alla Gordon Ramsey ... da quando ho visto farlo a lui, mi piace un sacco semimontare la panna a mano con il frustino, con l'aggiunta dello zucchero a velo, poi, diventa più facile e qui, il miele, aggiunge quella nota che ben si accompagna ai sapori dello Strudel...

Con questa ricetta partecipo all'MTCHALLENGE di febbraio


4 commenti:

La Gaia Celiaca ha detto...

non sei la prima che leggo che ha fatto una salsina allo strega, e anche con te sto salivando di fronte allo schermo.
ma questo mese è una follia! una dolcissima follia!

mari ►☼◄ lasagnapazza ha detto...

Carissima, grazie per questo tuo strudel, classico ma con un tuo tocco personale e con quella cremina azzeccatissima allo Strega di accompagnamento. Sono prorpio contenta che la mia ricetta ti sia piaciuta, la sfoglia ti è riuscita molto bene. Bravissima e grazie mille per la tua partecipazione.
Mari

sississima ha detto...

io adoro lo strudel, sia dolce che salato, proprio perchè si può spaziare con il ripieno, goloso il tuo, un abbraccio SILVIA

mango dash ha detto...

Hey, very nice site. I came across this on Google, and I am stoked that I did. I will definitely be coming back

here more often. Wish I could add to the conversation and bring a bit more to the table,but am just taking in as

much info as I can at the moment. Thanks for sharing.

Mango Drinks